Stracittadina del Cima per “Il Giardino di Maria Sole”

CONEGLIANO,
news_img
news_img

Si correrà per Maria Sole, scomparsa nel 2011 per una leucemia La Stracittadina del Cima per “Il Giardino di Maria Sole”
Il biglietto della non competitiva di 4 km finanzierà il progetto nell'ospedale padovano

Non solo sport nella prima edizione de “La Ventuno del Cima”, ma tanta solidarietà. Domenica 10 febbraio si correrà per una bimba, Maria Sole che oggi non può più correre ma che aveva un sogno, avere un giardino, uno spazio anche nell'ospedale pediatrico oncoematologico di Padova dove poter giocare con i propri fratelli.
Atletica Silca Conegliano ha deciso, per questa prima edizione della maratonina coneglianese, di investire risorse, tempo e tanto cuore anche per la “Stracittadina del Cima”, una camminata di circa 4 km, il cui biglietto (gratis fino a 10 anni, 3 euro dagli 11 anni in su) sarà devoluto per la raccolta fondi del progetto “Il giardino di Maria Sole” portato avanti dai genitori della piccola, Lodovico e Caterina Giustiniani, insieme a un gruppo di amici trevigiani e il supporto del primario dell'onco-ematologia pediatrica dell'ospedale di Padova, Giuseppe Basso. Attraverso la Fondazione Magica Cleme onlus, l'obiettivo è quello di costruire nel giardino dell'ospedale patavino un piccolo padiglione, con ampie vetrate, collegato a day hospital e reparto, dove i piccoli pazienti possano passare del tempo con fratelli e sorelle e godersi il verde della natura. E poter così sentire un po' il calore di casa.
“Oltre alla preziosa presenza di Annalisa Minetti, atleta che ha vinto il bronzo alle Paralimpiadi di Londra nel settembre 2012 e che sarà al fianco dei partecipanti alla Stracittadina, c'è anche un altro grande motivo per esserci vista la finalità benefica della non competitiva – afferma il presidente di Atletica Silca Conegliano, Francesco Piccin – alle famiglie, alle scuole, ai tanti bimbi rivolgo l'accorato invito a partecipare a “La Ventuno del Cima” per vivere un momento di grande sport, con la maratonina, un momento di grande condivisione, con Minetti, e un momento di solidarietà, visto che si correrà anche per il sogno di Maria Sole”. Non mancheranno però la gioia e la goliardia del Carnevale: i bambini potranno infatti correre in maschera e le tre mascherine più belle e simpatiche verranno premiate dagli organizzatori.
Dopo aver assistito alla partenza de “La Ventuno del Cima” dalla Scalinata degli Alpini, i “marciatori” si dirigeranno nella zona di Parco Rocca, per poi passare davanti alla Casa del Cima (la Fondazione GB Cima ha dato il patrocinio alla manifestazione), ammirare Contrada Granda e la bellissima via XX settembre, per poi tagliare il traguardo in piazzale Fratelli Zoppas. Proprio da lì, dal Biscione, potranno assistere, poco dopo, all'entusiasmante arrivo della 21 chilometri, la gara Fidal che promette emozioni e agonismo. A dare ritmo a tutto l'evento ci saranno anche i tamburini dell'associazione Dama Castellana di Conegliano.
Domenica 10 febbraio Atletica Silca Conegliano organizza inoltre, in collaborazione con l'Ulss 7, il Campionato Italiano Ospedalieri. Infermieri, medici, dipendenti delle aziende sociosanitarie arriveranno da tutt'Italia per confrontarsi in una competizione amatoriale tra le bellezze naturali e architettoniche del territorio. E dimostrare, anche sul campo, che lo sport fa bene alla salute.

Per partecipare a “La Ventuno del Cima” (il cui direttore di gara è Mauro Miani) è possibile iscriversi tramite il sito internet www.atleticasilca.it o inviando direttamente un'e-mail a iscrizioni@trevisomarathon.com. L'iscrizione alla “Stracittadina del Cima” potrà avvenire in loco la mattina della manifestazione. Per informazioni è possibile contattare la segreteria o tramite la posta elettronica all'indirizzo segreteria@atleticasilca.it o telefonando allo 0438-412124