Annamaria Mazzetti e Davide Uccellari campioni di triathlon olimpico a Farra d’Alpago (BL)

FARRA D'ALPAGO,
I vincitori del Triathlon Olimpico

Secondi Dossena e De Ponti, terzi Olmo (prima Under 23) e Facchinetti; Chitti campione under 23
In un percorso duro, reso ancora più difficile dal vento, gloria per Fiamme Oro e Fiamme Azzurre

Oltre ai portacolori delle Fiamme Oro e delle Fiamme Azzurre, salgono sul secondo gradino del podio Sara Dossena (707), autrice di una lunga rimonta e Massimo De Ponti (Carabinieri), sul terzo Angelica Olmo (Pianeta Acqua), junior che per il secondo anno consecutivo è anche campionessa nazionale under 23 e Luca Facchinetti (Triathlon Ravenna). Titolo under 23 per Dario Chitti (Cus Parma).
Giornata memorabile oggi sul Lago di Santa Croce, che fin dal primo mattino si è svegliata in veste tricolore. Alle 13.30 l'avvio della prima gara, quelle delle donne, che si tuffano in acque difficili da nuotare, a causa del forte vento. Il tratto fino alla prima boa è infatti fortemente controcorrente e le atlete faticano. Dopo il primo giro di 750 metri escono dall'acqua, per un breve tratto, Veronica Signorini (Triathlon Cremona), Angelica Olmo (Pianeta Acqua), Sara Papais (TD Rimini) e Annamaria Mazzetti (Fiamme Oro). È lo stesso quartetto ad entrare per primo in zona cambio, inseguito a una ventina di secondi da Ilaria Zane (DDS) e Verena Steinhauser (Triathlon Cremona). Nella frazione di ciclismo, dopo sei giri da 6,6 km e una salita di 500 metri a Villaggio Riviera, il quartetto mantiene un discreto vantaggio sul gruppo inseguitore che comprende anche Sara Dossena (707) e Giorgia Priarone (TD Rimini). Sono loro due a guidare l'inseguimento (nel frattempo si ritira, a causa di una caduta, Zane) e a recuperare un po' di terreno sulle battistrada. Ma è nella frazione a piedi che si decide il podio tricolore. Mazzetti prende la testa della corsa e con un ritmo decisamente sostenuto guadagna sempre più terreno. Dossena si lancia in un'infinita rimonta, che la porta in seconda posizione alla fine del terzo giro. La vittoria è però tutta per Annamaria Mazzetti che taglia il traguardo dopo 2h11'46''. Per Dossena argento in 2h12'41'', per Olmo brillantissimo bronzo in 2h14'30''. Per lei, seguita nel podio di categoria da Priarone e Papais, il secondo titolo under 23 consecutivo.
"Sono proprio contenta di questo titolo – dice Mazzetti, al decimo tricolore tra triathlon sprint e olimpico – è stata dura la frazione a nuoto, duro il falsopiano con il vento ancora più della salita. In bici avevamo un vantaggio che inizialmente si è assottigliato ma poi si è stabilizzato. Continuavo a pensare, noi siamo stanche ma anche loro lì dietro. Devo ringraziare le mie compagne di fuga, che hanno lavorato molto. Poi a piedi continuavo a chiedere il vantaggio su Dossena, sapevo che stava rinvenendo ma quando mi sono attestata sul minuto di vantaggio, ho tenuto duro e non ho mollato". Per Dossena, recente argento agli europei di triathlon media distanza, l'ennesima medaglia di una stagione da incorniciare. "Nel nuoto sono stata tanto in difficoltà, devo migliorare ancora molto, ma nel ciclismo, grazie anche al grande lavoro di Giorgia Priarone, siamo tornate sotto e poi ho potuto spingere a piedi – commenta la forte "podista" – ora tenterò l'avventura con la distanza olimpica per pensare poi, se migliorerò nel nuoto, alle lunghe distanze". Immensa Olmo, che dopo l'infortunio patito quest'inverno, arrivava dal bel terzo posto al Grand Prix di Rimini. Per il secondo anno la 18enne, ancora categoria Junior, domina tra le under 23 e conquista un altro podio tra le élite. "Sono davvero soddisfatta, per le buone sensazioni nel nuoto, dopo l'infortunio non pensavo di essere pronta invece mi sono sentita meglio rispetto a Rimini – dice la lombarda – ora spero di fare un buon risultato all'europeo junior di luglio in Svizzera".
Combattutissima e con diversi cambi in testa la gara maschile. Dopo i 1500 metri a nuoto, escono dal lago in testa, tra gli altri, i carabinieri Giulio Molinari e Massimo De Ponti e Luca Facchinetti (Triathlon Ravenna). Ma sono tutti lì, uno dietro l'altro. Come da pronostico, Molinari e Alberto Casadei (Fiamme Oro) prendono la testa del gruppo e sul finire del secondo giro si danno alla fuga. Il vantaggio aumenta fino a un minuto. I due sanno che per avere speranze di vittoria devono avvantaggiarsi il più possibile. Escono ancora davanti dalla zona cambio, ma man mano che aumentano i chilometri percorsi a piedi i due vengono risucchiati. E spunta, in testa, Davide Uccellari (Fiamme Azzurre). In riva al lago Uccellari trionfa in 1h58'27''. Dietro di lui, De Ponti in 1h58'36'' e Facchinetti in 1h58'58''. Quinto assoluto e nuovo campione italiano under 23, Dario Chitti (Cus Parma) in 1h59'15'', che precede, per il podio tricolore di categoria, Lorenzo Ciuti e Marco Corrà, entrambi del Minerva Roma.
"Ci tenevo proprio a vincere, era da un po' che inseguivo questo tricolore olimpico – dice Uccellari – dedico questo titolo ai miei genitori e al mio gruppo, le Fiamme Azzurre. Sono soddisfatto, in particolare, della frazione di nuoto, decisamente movimentata. In bici abbiamo controllato la fuga e poi a piedi ho dato tutto. Sapevo che De Ponti mi tallonava, ho capito di aver vinto solo sul rettilineo d'arrivo". Soddisfatti sia De Ponti, autore di una bella frazione a piedi in rimonta, sia Facchinetti che ancora una volta ha dato il meglio in una gara "tosta". "Dopo due anni veramente difficili, come under 23, quest'anno sto raccogliendo tante soddisfazioni – dice Chitti – tre podi in tre settimane e oggi sono andato alla grande, anche se temevo di essere un po' stanco per le altre due gare. Ora dovrei essere convocato per gli europei under 23 in Spagna e spero di fare anche un po' di Coppa del mondo".
Non è partito invece il campione in carica Alessandro Fabian, fermato da un problema al ginocchio. "Mi è dispiaciuto non difendere il mio titolo, puntavo a conquistare il settimo tricolore – commenta il carabiniere – tra l'altro il trevigiano e il bellunese ormai mi hanno adottato. Oggi faccio i complimenti al mio successore, Davide Uccellari. Io vorrei tornare in gara per metà luglio per gli europei". Soddisfatto il presidente della Fitri, Luigi Bianchi, per la bella giornata di triathlon in Alpago. "Hanno vinto i più forti, in un percorso spettacolare reso duro dagli strappi, dai saliscendi e anche dal vento – afferma Bianchi – abbiamo assistito alla riconferma di Mazzetti, al buonissimo secondo posto di Dossena, all'ennesima conferma di Olmo, al meritato primo posto di Uccellari e alla bella prova di Chitti".
La sintesi di 45 minuti della gara sarà messa in onda, sempre su Rai Sport 1, a partire dalle ore 21 di domani, domenica 7 giugno, con il commento giornalistico di Enrico Cattaneo e l’affiancamento tecnico di Alessandro Fabian. Sarà inoltre dedicato un breve servizio sulla manifestazione durante la trasmissione Domenica Sportiva Estate, in onda sempre domani su Rai Sport 1.
Domani domenica 7 giugno si torna a gareggiare con il Triathlon Sprint – Gara Rank (750 metri a nuoto, 20 km in bicicletta e 5 km a piedi). Il programma di prevede dalle 8 alle 9.15 il ritiro della busta tecnica, dalle 9 alle 10.00 l'apertura della zona cambio. La partenza (batteria unica) è fissata alle 10.30. Alle 13 si terranno le premiazioni. Tra gli atleti iscritti, con il miglior rank risultano Massimo Cigana (Pavanello) e Marco Dalla Venezia (Liger Team).
Per informazioni visitare i siti internet www.gptriathlon.it e www.silcaultralite.it , telefonare allo 0438.413417 (ore ufficio) o inviare un'e-mail a iscrizioni@trevisomarathon.com .
Accanto a Gp Triathlon e Silca Ultralite (con supporto di Maratona di Treviso e patrocinio di Regione Veneto, Provincia di Belluno e Comune di Farra d’Alpago) nell'organizzazione del weekend tricolore, ci sono Ecobox, Giancol, Vivisport, Silca, Méthode, Ca' Salina, PaleXtra, Piovesana e Banca Prealpi, oltre agli sponsor federali Arena, Brooks e Keforma e ai "Fitri Friends" CZ e Tenute dell'Olivastro.


Classifiche del campionato italiano triathlon olimpico (1,5 km a nuoto, 40 km in bici, 10 km a piedi)
Sabato 6 giugno 2015

Assoluto
Femminile. 1. Annamaria Mazzetti (Fiamme Oro) 2h11'46'', 2. Sara Dossena (707) 2h12'41'', 3. Angelica Olmo (Pianeta Acqua) 2h14'30'', 4. Giorgia Priarone (TD Rimini) 2h14'51'', 5. Sara Papais (TD Rimini) 2h15'25'', 6. Verena Steinhauser (Triathlon Cremona) 2h16'14'', 7. Veronica Signorini (Triathlon Cremona) 2h19'31'', 8. Federica Parodi (Virtus) 2h21'22, 9. Ilaria Fioravanti (Minerva Roma) 2h24'15'', 10. Silvia Scarpetta (Canottieri Napoli) 2h31'53''.
Maschile. 1. Davide Uccellari (Fiamme Azzurre) 1h58'27'', 2. Massimo De Ponti (Carabinieri) 1h58'36'', 3. Luca Facchinetti (Triathlon Ravenna) 1h58'58'', 4. Giulio Molinari (Carabinieri) 1h59'05'', 5. Dario Chitti (Cus Parma) 1h59'15'', 6. Alberto Casadei (Fiamme Oro) 1h59'21'', 7. Lorenzo Ciuti (Minerva Roma) 2h00'06'', 8. Marco Corrà (Minerva Roma) 2h00'21'', 9. Alberto Alessandroni (Fiamme Oro) 2h00'38'', 10. Andrea De Ponti (Friesian Team) 2h00'50''.

Under 23
Femminile. 1. Angelica Olmo (Pianeta Acqua) 2h14'30'', 2. Giorgia Priarone (TD Rimini) 2h14'51'', 3. Sara Papais (TD Rimini) 2h15'25''.
Maschile. 1. Dario Chitti (Cus Parma) 1h59'15'', 2. Lorenzo Ciuti (Minerva Roma) 2h00'06'', 3. Marco Corrà (Minerva Roma) 2h00'21''.

Scarica il comunicato (PDF)