Filippo Pradella ancora re d’Europa nel triathlon cross Junior

Targu Mures,
Filippo Pradella ancora re d’Europa nel triathlon cross Junior -667x500
Filippo Pradella ancora re d’Europa nel triathlon cross Junior -667x500

È ancora lui il re d’Europa del triathlon cross, categoria Junior. Oggi, sabato 29 luglio, a Targu Mures, in Romania, Filippo Pradella, atleta di Silca Ultralite Vittorio Veneto, ha bissato il titolo conquistato lo scorso anno nella specialità in mountain bike. Due giorni fa, giovedì 27 luglio, il sedicenne (che appartiene ancora a una categoria d’età inferiore, la Youth B) si era messo al collo la medaglia d’argento nel duathlon cross Junior.
Dopo la prestazione nel duathlon che non l’aveva pienamente soddisfatto (soprattutto per le difficoltà nelle due frazioni di corsa a piedi), Pradella è tornato ad indossare il body azzurro della nazionale con la ferma intenzione di bissare il titolo 2016.
Dalla prima frazione a nuoto, il trevigiano esce, davanti, insieme ai compagni di squadra, Thomas Francesco Previtali e Daniel Polizzi e all’ucraino Dmytro Shabanov. In zona cambio, recuperano terreno gli spagnoli Miquel Valls Alemany e Miquel Riusech (vincitore del duathlon cross di giovedì).
Una volta salito in mountain bike, Pradella parte subito forte. A resistere solo Valls, che però sotto l’azione pressante di Filippo (che firmerà il miglior tempo parziale della seconda frazione) cede terreno durante il secondo giro in bicicletta. Entrato in zona cambio con un certo vantaggio, nell’ultima frazione di corsa a piedi l’atleta biancorosso controlla, andando a conquistare il suo secondo oro ai campionati europei, dopo quello del 2016. Entusiasta come sempre, il tecnico Massimo Galletti che al traguardo ha fatto i complimenti a Filippo, dicendogli: “Sei stato stratosferico”.
Tanta la soddisfazione anche in casa Silca Ultralite Vittorio Veneto. “La tranquillità e serenità intorno ad un atleta sono fondamentali, come fondamentale è la programmazione – commenta il presidente-allenatore di Silca Ultralite Vittorio Veneto, Aldo Zanetti – avevamo preparato queste due settimane di luglio, la prima è saltata essendo saltati i Campionati Italiani Giovanili, la seconda è andata a buon fine. Anche se piccoli, ci sono dei miglioramenti nelle prestazioni di Filippo sia nel nuoto che nella bici che nella corsa. Magari in allenamento non dà la sensazione di essere migliorato tanto, ma in gara si trasforma, riuscendo a dare veramente tutto. Chi lo sta seguendo insieme a me, che lo alleno nella corsa, ovvero Ivan Pellegrinet nel ciclismo e Alessandro Merola nel nuoto, e tutto il gruppo di “amici”, da Gianpietro De Faveri, ad Alberto Casadei, da Nicolò Strada a tutti i suoi compagni di squadra di Silca che molte volte condividono insieme la fatica, possono essere orgogliosi del lavoro che tutti insieme stiamo portando avanti. Solo così, con il confronto continuo, con gli stimoli giornalieri casalinghi e con obiettivi chiari si possono ottenere risultati. Filippo comunque è ancora molto giovane e dovrà sudare ancora molto per arrivare dove solo noi sappiamo vogliamo arrivare”.
Per Pradella questo 2017 è davvero un anno speciale: oltre all’argento e all’oro agli europei, il trevigiano ha conquistato il titolo di vicecampione italiano nel duathlon Youth B e l’oro nel campionato italiano di Coppa Crono maschile Junior (insieme ai compagni Federico Spinazzè, Federico Pagotto ed Andrea Mason).

Comunicato Stampa